La giornata rosanero: notizie e retroscena del 26 aprile

di Antonio Barbera
articolo letto 365 volte
Foto

“La lotta per non retrocedere è stata condizionata, ieri in occasione della partita Carpi-Empoli diretta dall’arbitro Paolo Valeri, da tre assurdi episodi - ampiamente documenti dai fotogrammi che alleghiamo al presente comunicato che confermano quanto visto ieri da tutti in diretta televisiva.

1) ESPULSIONE MCHEDLIDZE: non esiste ed è una palese simulazione del giocatore del Carpi. Invitiamo, pertanto, la Procura ad intervenire con la prova televisiva nei confronti di Crimi, il giocatore che ha simulato il colpo al volto

2) GOL ANNULLATO ALL'EMPOLI: invenzione arbitrale assurda, come dimostrata dai fotogrammi che alleghiamo nei quali l’attaccante dell’Empoli Pucciarelli non tocca nemmeno il difensore del Carpi prima di ricevere il pallone

3) Rigore non dato per trattenuta della maglia e ECCESSIVO FALLO DI MANO COMMESSI DA POLI AI DANNI DI PUCCIARELLI

4) Commenti a fine gara di allenatore e giocatori Empoli
Giampaolo: "Chi lotta per la salvezza arrabbiato per questa gara”. Il tecnico dell'Empoli Marco Giampaolo ha parlato a Sky Sport dopo la sconfitta contro il Carpi: "L'Empoli ha fatto una partita seria facendo anche di più di ciò che si poteva aspettare. Abbiamo giocato in dieci per 70 minuti. L'espulsione di Mchedlidze? Mi pare una forzatura, il Carpi è una squadra che gioca duro e la partita ha concesso tante cose. Poteva passare pure questa. Abbiamo fatto 70 minuti di ottimo livello creando anche occasioni, non ho niente da rimproverare alla squadra, sono orgoglioso di loro. Gol annullato a Pucciarelli? Non c'era niente. Credo che per questa partita si arrabbierà qualcun altro, quelli che stanno lottando col Carpi per la salvezza ad esempio. Il rigore non fischiato? C'era un fallo di mano e una strattonata. La partita è stata questa, dall'espulsione all'episodio del rigore non dato. Mi dispiace professionalmente, per tanti motivi. Venire a giocare così, con la salvezza in tasca, rende onore ai giocatori.
Intervistato da “Radio Lady” al termine del match contro il Carpi, il trequartista dell’Empoli, Riccardo Saponara ha affermato:  "Dal campo non ci siamo accorti dell’arbitraggio, che ingiustizia l’espulsione di Levan – ha affermato l’ex Milan -. Purtroppo non me ne ero neanche accorto dal campo poi ho rivisto le immagini. Stasera abbiamo dato una grossa prova di professionalità giocando una grande prova nonostante avessimo già raggiunto la salvezza. Il Carpi ha sudato questa vittoria ed è servito anche qualcosa in più a loro per portarla a casa. Il gol annullato a Pucciarelli? In diretta ho pensato che Pucciarelli avesse spinto il difensore, poi rivedendo le immagini ho visto che così non è stato". 
Maccarone: "La direzione arbitrale di Valeri? E’ venuto il nervoso a me in panchina figurati ai miei compagni in campo. Si parla tanto delle partite regalate dai giocatori a fine campionato. Chi avesse visto questo sfida sa che non è successo questo. Tutti gli episodi sono andati a nostro sfavore, a partire dall’espulsione di Mchedlidze».
Paredes: "I disastri dell’arbitro Valeri? Tutti hanno visto cosa è successo. Risultato ingiusto” "I disastri arbitrali? Non voglio parlare di queste cose. Tutti hanno visto cosa è successo in campo. La cosa buona è però che in 10 uomini abbiamo fatto meglio di loro. Dispiace perché in inferiorità numerica e per la prestazione il risultato non è giusto”, le sue parole.
Gli opinionisti di “Sky Sport”, Zvonimir Boban e Massimo Mauro hanno così commentato il gol annullato ai toscani: "Pucciarelli non tocca nemmeno l’avversario, ma Valeri ha visto un fallo in attacco che in verità non c’è, o quantomeno non riesco a vedere. Forse l’arbitro ha visto che l’empolese ha soffiato un po’ (ridono, ndr)". 
 
Invitiamo la Procura a monitorare con la massima attenzione le prossime partite e tutti i protagonisti della lotta per non retrocedere, monitoraggio teso ad evitare simili episodi. 
Il presidente Maurizio Zamparini è molto preoccupato per episodi che si ripetono dall’inizio della stagione (vedi rigori a favore non concessi e rigori contro palesemente inventati). Bisognerebbe prendere, pertanto, esempio dal campionato inglese. Egli invita il nostro Presidente Federale a documentarsi e prendere provvedimenti per il regolare svolgimento in futuro delle competizioni. “

Questo il comunicato apparso ieri sul sito ufficiale dei rosanero a seguito dei fatti di Carpi-Empoli. Nel corso della giornata non sono mancate ulteriori esternazioni del presidente rosanero Maurizio Zamparini: “Vogliono che il Palermo vada in B, non c’è dubbio. Valeri fa degli errori di proposito? No, non lo so. Vi dico solo di andare a vedere la partita e gli episodi. E’ successo di tutto. Io sono arrabbiato, i tifosi del Palermo sono arrabbiati. Non dico altro. Non è la dea della sfortuna ad aver fatto sbagliare Valeri...Guardate i fotogrammi di Carpi-Empoli… Boh… Cosa volete che vi dica? Mchedlidze espulso può andare anche bene – ha spiegato Zamparini -, il gol annullato a Pucciarelli può andare anche bene… ma, al terzo episodio del rigore non dato all’Empoli, come si fa a dire che Valeri era in buona fede! Ma vadano a quel paese tutti! Il calcio italiano è marcio ed inefficiente, il Leicester non vincerebbe mai in Italia. E’ successo soltanto due volte con Cagliari e Verona quando c’era il sorteggio casuale degli arbitri. La salvezza è una cosa importante, devono mandarci gli arbitri in forma. De Laurentiis fa bene quando si incazza. A fine stagione andrò via dal calcio, mi tiro fuori e non voglio più saperne ma sono deluso”.

Ovviamente non si è fatta attendere la risposta del presidente del Carpi Stefano Bonacini: “Il Palermo ha fatto un’ottima prestazione battendo il Frosinone ma noi abbiamo risposto con un risultato importante, una grande partita vinta con grande sacrificio. Siamo sulla direzione giusta ma la strada è ancora lunga. Mancano tre partite che sembrano poche ma per noi, visti i punti in gioco, sono un’enormità. Sono molto soddisfatto di come sta reagendo la squadra. Qualche mese fa sarebbe stato impensabile arrivare a tre giornate dal termine con tre punti di vantaggio sul Palermo. Ai ragazzi però dico sempre che i conti si fanno alla fine. Lavorare tanto e parlare poco, è questa la ricetta importante per arrivare a fine stagione. Ho il buon gusto di non parlare mai di arbitri, né in maniera negativa che positiva. E' una linea che seguo da anni altrimenti si danno alibi ai giocatori. Non è giusto incriminare una singola persona. Non ci interessano i comunicati altrui. La Juventus ha una mentalità vincente, non gli interessano i festeggiamenti. Hanno valori importanti e sarà sicuramente dura per noi, nel loro dna esiste solo la vittoria. Giocheremo come sappiamo, con la nostra mentalità e il nostro modo di fare calcio".

Il comunicato sulle vicende di Carpi-Empoli non è il solo ad essere apparso nella giornata di ieri sul sito ufficiale del Palermo. La società, infatti, ha voluto emettere un comunicato riguardo la scelta della Prefettura di far accedere solo gli abbonati alla gara di domenica contro la Sampdoria al Barbera. Questo il comunicato.

“La Prefettura di Palermo ha notificato all’U.S. Città di Palermo un’ordinanza, in base alla quale viene decretato l’accesso allo stadio “Renzo Barbera”, in occasione della gara Palermo-Sampdoria (domenica 1 maggio, ore 15), ai soli possessori di Abbonamento, oltre che per i sostenitori della Sampdoria in possesso di Tessera del Tifoso/Fidelity Card.
Fermo restando il rispetto e il sostegno nei confronti delle Autorità di Pubblica Sicurezza, che da sempre contraddistinguono l’operato della Società, in questa circostanza non condividiamo un provvedimento che penalizza, sotto tutti i punti di vista, il Club ma soprattutto i sostenitori palermitani, in un momento tanto delicato e decisivo del campionato, per il raggiungimento di un obiettivo di vitale importanza, comune a tutti coloro che amano la Città di Palermo.
E’ nostra intenzione presentare ricorso d’urgenza al Tribunale Amministrativo Regionale e protestare con fermezza presso tutti gli organi competenti, affinché vengano tutelati i diritti di tutti coloro che intendono sostenere i colori rosanero, con la correttezza e la civiltà proprie dei palermitani”.

Per quanto riguarda il campo, ieri è iniziata la marcia d'avvicinamento del Palermo alla gara di domenica contro la Sampdoria. Dopo i consueti esercizi di riscaldamento, i rosanero hanno svolto esercitazioni di carattere tecnico con la palla proseguendo successivamente con un lavoro tattico e concludendo con una partita finale in campo ridotto.

I calciatori impegnati contro il Frosinone hanno svolto lavoro di scarico. Nella giornata di oggi, gli uomini di Ballardini si ritroveranno al "Tenente Onorato" di Boccadifalco 

 

 

 


Altre notizie
Venerdì 8 Settembre
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI