La giornata rosanero: notizie e retroscena del 12 marzo

di Antonio Barbera
articolo letto 197 volte
Foto

Giornata ricca di interviste esclusive realizzate dalla nostra redazione. Si parte da Gianni Di Marzio che ha commentato l’esonero di Walter Novellino ed il ritorno di Ballardini: “Il presidente mi ha comunicato nella giornata di ieri quali fossero le sue intenzioni. Novellino purtroppo non ha portato i risultati sperati. Troppo poco un punto conquistato nelle ultime gare. Zamparini voleva dare un'ulteriore scossa e ha chiamato Ballardini, che reputo un ottimo allenatore". (clicca QUI per leggere l’intervista completa).

Anche il vicepresidente rosanero Guglielmo Miccichè, intervistato dalla nostra redazione, ha parlato del possibile futuro societario: “Abbiamo incaricato diverse società che si occupano proprio di questo, ovvero trovare persone interessate che possano fare in futuro il bene del Palermo. Devo essere sincero di questa cordata non avevo mai sentito parlare fino a questa mattina, però chissà... magari esiste davvero una trattiva portata avanti da una di queste società che abbiamo incaricato. Di sicuro sia io che Zamparini intendiamo trovare qualcuno che possa portare in alto i colori rosanero.".

L’ultimo intervistato in esclusiva della giornata, Leandro Rinaudo, ex giocatore rosanero, è tornato sulla gara di domenica sera fra Palermo e Lazio: “La partita di domenica era molto attesa, ed il Palermo ha sprecato una buona occasione. Credo che la squadra, in confronto ad altri match, abbia peccato in cattiveria. La Lazio non veniva da un momento positivo ma è stata capace di approfittarne". (clicca QUI per leggere l’intervista completa).

Intervistato da “Sky Sport”, il presidente Zamparini ha commentato il periodo negativo dei rosanero: “Oggi ne parlavo con i miei collaboratori, non sapevo dell'esonero di Mihajlovic. Per fortuna mi viene da dire, almeno parleranno di lui e non del Palermo. Noi siamo disperati e quando uno è alla disperazione cerca di raccogliere le idee per salvarsi. Oggi ho parlato con i giocatori e gli ho raccontato la storia di questa stagione, la più paradossale da quando sono nel calcio. Ho mandato via Iachini ed è arrivato Ballardini, un po' come il Bologna che ha mandato via Rossi e preso Donadoni. Ballardini doveva restare per tutto il campionato, ma è successo un fatto strano a Verona. Alla luce dei problemi fra l'allenatore e il portiere sarei dovuto andare nello spogliatoio e sistemare tutto, invece ho agito di impulso. Da li è iniziata la tragedia, compreso il caos Schelotto. Il Boca me lo ha portato via quando aveva firmato con me. Ora tocca di nuovo a Ballardini, ho parlato coi giocatori e gli ho detto che dobbiamo lasciar perdere tutte le polemiche e giocare col cuore da professionisti".

Nel pomeriggio, la squadra si è allenata sotto la guida di Ballardini.  I rosanero hanno svolto esercitazioni di carattere tecnico, lavoro tattico ed una partita a metà campo. Bentivegna ha sostenuto un allenamento differenziato, mentre Goldaniga ha svolto una parte di lavoro in gruppo. Sorrentino ha lavorato regolarmente con i compagni dopo l'esclusione di lesioni scheletriche dalle indagini strumentali svolte questa mattina all'Istituto di Radiologia dell'Ospedale Sant'Anna di Brescia. Struna, invece, si è sottoposto alle cure dei fisioterapisti. Gli esami non hanno evidenziato, per il difensore sloveno, alterazioni muscolari a carico del muscolo flessore della gamba destra. 

È ufficiale la decisione del Giudice Sportivo di squalificare il “Renzo Barbera” per un turno. Palermo-Atalanta di mercoledì 20 aprile si terrà dunque a porte chiuse. La società rosanero sembrerebbe intenzionata a non presentare alcun ricorso.


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI