Napoli padrone del gioco, Palermo povero di idee. Quanti errori! Maresca da rivedere, Brugman...

di Vincenzo Varrica
articolo letto 964 volte
Foto

Il canovaccio della partita è rimasto invariato per tutti i novanta minuti. Il Napoli è stato il padrone del gioco in tutti gli aspetti, e il risultato finale forse gli sta anche stretto. I partenopei sono stati efficaci in fase offensiva nel creare occasioni da rete sia centralmente che lateralmente, sfruttando al meglio le qualità individuali e il gioco corale. In fase difensiva gli azzurri hanno attuato una prima pressione organizzata, chiudendo subito le linee di passaggio che permettava loro di recuperare immediatamente il pallone. 
Il Palermo di ieri ha senza dubbio fatto qualche passo indietro rispetto alle scorse uscite. Solo uno strepitoso Sorrentino ha impedito agli azzurri di non dilagare. Squadra povera di idee in fase di costruzione, incapace di mantenere  il possesso  palla, larga nelle chiusure delle linee dei passaggi ospiti, pressing poco organizzato e tanti errori individuali. Senza dei veri e propri contropiedisti, non si può attuare una tattica così difensivista, perchè altrimenti non ci potranno essere delle transizioni offensive efficaci. 
Brugman è entrato subito in partita, era nel vivo del gioco. Mi è piaciuto.
La mossa di Quaison ,personalmente, l'avrei fatta molto prima. Vedendo la prestazione dopo i primi 45 minuti, nella ripresa avrei subito messo in campo lo svedese. 

ASPETTI POSITIVI Nessuno.

ASPETTI NEGATIVI Poche idee, pressing inefficace e tanti errori dei singoli

MIGLIORE IN CAMPO-NAPOLI Senza dubbio Gonzalo Higuain.
PEGGIORE IN CAMPO-NAPOLI Callejon: forse l'unico che ieri era estraneo alla coralità perfetta del Napoli.

MIGLIORE IN CAMPO-PALERMO Sono indeciso tra Vazquez e Sorrentino. Il Mudo, statisticamente parlando, è stato colui che ha fatto più dribbling nel match.
PEGGIORE IN CAMPO-PALERMO Maresca: un po' lento nelle uscite. Male comunque tutto il centrocampo rosanero. Davanti alla difesa si creava una linea ad otto troppo schiacciata. Fase di interdizione da rivedere, e si faceva fatica ad arginare il gioco di posizioni degli uomini di Sarri.

 


Altre notizie
Venerdì 8 Settembre
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI