NEL SEGNO DI NESTO-GOL

di Marco Sgroi
articolo letto 337 volte
Foto

Ancora lui. Secondo gol di fila in due trasferte consecutive e quattro punti portati alla causa. Nestorovski fa il lavoro sporco per 90' minuti, prima palla giocabile che arriva e subito buttata dentro. Vuoi vedere che Zamparini, anche questa volta, vince la sua scommessa? A parte le battute, troppo presto per azzardare dei giudizi. Potrebbe essere un fuoco di paglia o il preludio di un decollo. Difficile avere una conferma contro la Juventus, ma con Sampdoria e Torino potremo capire meglio le ambizioni di Nestorovski...e del Palermo!

Paradossale come i tre punti siano arrivati in una gara dalla produzione di gioco quasi nulla. Dico paradossale perchè, nel secondo tempo contro il Crotone, il bel gioco si era visto eppure i tre punti sono rimasti un miraggio. Ma il bello del calcio è anche questo, non sempre il bel gioco porta al risultato. Ed il Palermo, zitto zitto, si regala la prima gioia stagionale dopo un avvio decisamente preoccupante. Occhio, che il risultato di questa sera non inganni. Parecchi dubbi rimangono, le lacune sono ancora tante e molto visibili. Ma, quanto meno, arriva un balzo in classifica che permette ai rosanero di allontanare le zone basse, lasciandosi alle spalle le dirette concorrenti.

Analizzando il match, appare chiaro come l'idea di gioco di De Zerbi vada a scontrarsi con la linea difensiva messa in campo a Bergamo. Al tecnico rosanero piace l'impostazione dell'azione a partire dalla difesa e, con tutto il rispetto per Cionek ed Andelkovic, le loro qualità non lo permettono. Bene le geometrie di Bruno Henrique, Aleesami e Rispoli fanno ottimamente la fisarmonica, coprendo la fascia senza mai fermarsi. Hiljemark sembra un po' correre a vuoto, forse la trequarti non fa per lui. Diamanti in affanno, in ombra. E' lui che si deve la squadra sulle spalle, ma siamo sicuri che lo farò quando la migliore forma fisica sarà trovata. Bravo anche Posavec, due interventi difficili e decisivi, cancellato l'errore contro il Napoli. Azzeccato il cambio Bruno Henrique-Jajalo. Il croato, in controtendenza alle ultime uscite, è entrato in gara ottimamente, portando nuova verve nelle trequarti.

De Zerbi, al strada è lunga e tortuosa, ma il cinismo, in assenza del gioco porta i suoi risultati. Contro la Juve è proibitiva, ma provarci è d'obbligo. Zamparini su Nestorovski al momento ha avuto ragione. Vuoi vedere che l'aver detto "Contro la Juve proveremo a vestirci da Inter sarà di buon auspicio?


Altre notizie
Venerdì 8 Settembre
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI